Mister Li avvistato a Londra I 32 milioni sono in stand by

Sono ore molto delicate per il futuro del Milan, almeno per quanto riguarda l’aspetto societario. Li Yonghong, l’azionista di maggioranza cinese, ha tempo fino a domani per rimborsare il fondo Elliott dei 32 milioni anticipati in occasione dell’ultimo aumento di capitale chiesto dal Cda rossonero, altrimenti l’hedge fund di Paul Singer potrà escutere il pegno e acquisire il controllo del club. Parallelamente, Mister Li porta avanti le trattative per cedere il Milan (o almeno per trovare un socio): secondo il Sole 24 Ore, Yonghong si troverebbe a Londra per colloqui con gli advisor che valutano le varie offerte pervenute fin qui.

‘); }

Li Yonghong, proprietario del Milan. Ansa

Li Yonghong, proprietario del Milan. Ansa

cessione — Potrebbe riaprirsi la trattativa interrotta con Rocco Commisso, patron dei New York Cosmos, potrebbero riprendere slancio i tentativi delle famiglie Ricketts e Ross, oppure spuntare nuovi possibili acquirenti. Di sicuro Li potrà fare le cose con più calma in caso di rimborso tempestivo dei 32 milioni che deve al fondo Elliott: a quel punto guadagnerebbe tempo fino a ottobre, deadline per la restituzione del prestito con cui completò il closing lo scorso anno. Finora, però, non c’è traccia di un suo versamento di denaro.


 Gasport 

© riproduzione riservata