Morata scalpita e Higuain… La Juve ora aspetta Sarri

È a Londra il campo centrale degli interessi juventini. A Stamford Bridge si decidono o no a varare l’era-Sarri? Da settimane il tam tam è incessante: il Chelsea chiederà Gonzalo Higuain e proporrà in cambio Alvaro Morata. Parole, parole, per ora. Perché Marina Granovskaia, l’amministratrice del club per conto di Roman Abramovich, non ha ancora preso contatto con l’a.d. bianconero Beppe Marotta, sebbene più di un intermediario si sia messo al lavoro su questi argomenti per avviare il dialogo tra le parti. E il relativo brusio ha determinato più riflessioni in casa Juve.

‘); }

che incroci — Fermo restando che i vertici juventini valutano Higuain 60-70 milioni, è chiaro a tutti che Alvaro Morata tornerebbe di corsa a Torino. Con il decisivo assenso di Allegri che ridisegnerebbe volentieri l’attacco con interpreti duttili, uscendo dal vincolo del centravanti-finalizzatore. Insomma, alla Continassa l’idea di uno scambio tra Higuain e Morata trova terreno fertile ed è da considerare la strada maestra in una fase di mercato in apparenza bloccata. Sì, perché i campioni d’Italia hanno riempito tutte le caselle necessarie e ora si preparano a nuove mosse solo se dovessero esserci uscite importanti. Nel chiacchierato sottoclou con il Chelsea si parla anche del feeling di Sarri per Daniele Rugani, ma è chiaramente un discorso che il management juventino intende tenere a parte.


 Carlo Laudisa 

© riproduzione riservata