Motomondiale, coro unico “Giusto allontanare Fenati”

Romano Fenati. Ansa

Romano Fenati. Ansa

‘); }

Il mondo del Motomondiale scarica Romani Fenati. A 24 ore di distanza dal folle gesto del pilota marchigiano, che ha tirato la leva del freno di Stefano Manzi in pieno rettilineo nel corso della gara della Moto2 nel GP di San Marino, i pareri di condanna nei suoi confronti si sono moltiplicati. Squalificato per le prossime due gare, Fenati è stato licenziato dal Team Snipers e ha perso anche il contratto col Team Forward che nel 2019 ha annunciato di non volerlo vedere in sella, curiosamente, proprio al fianco di Manzi. Tante le opinioni espresse dai protagonisti del Motomondiale. Eccone una raccolta.

parla agostini — Giacomo Agostini è intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva: “Una situazione poco gradevole, molto pericolosa e non riesco a capire il perché di un gesto così. Personalmente non sono per la ghigliottina, ma almeno per tutta questa stagione l’avrei allontanato. Anche la MV Agusta ha deciso di tutelarsi onde evitare altre problematiche, in fin dei conti ci sono tanti piloti che possono sostituirlo. Fenati era una promessa, anche nella squadra di Valentino Rossi però ha avuto problemi. Sembrava avere le doti per emergere, ma con questo gesto molto probabilmente perderà questa possibilità. È un peccato, ma bisogna avere testa per fare il pilota”.


parla cecchinello — Lucio Cecchinello, ex pilota e patron del Team LCR Honda, ha invece parlato a Tutti Convocati su Radio 24: “Sono molto dispiaciuto perché ne risente il mondo del motociclismo, uno sport che, posso dire con grande orgoglio, negli anni si è sempre contraddistinto per essere uno sport pulito, dove non ci sono mai state sostanzialmente gare truccate, non ci sono mai stati degli scandali sul doping, come ci sono stati in altri sport. Questo episodio chiaramente è da addebitare ad un pilota che effettivamente ha dei problemi psicologici, perché arrivare ad immaginare di fare una cosa simile è assolutamente gravissimo. Questo episodio ha macchiato e leso l’immagine del motociclismo. Credo che due gare di squalifica mi siano troppo poche e concordo con la decisione della squadra corse di Fenati di sospendere l’attività e sono d’accordo con il Team Mv che non vuole più Fenati il prossimo anno”.

parla uncini — Franco Uncini, responsabile della sicurezza per conto della FIM e ispettore dei tracciati del Motomondiale, è intervenuto a Radio Sportiva: “La penalizzazione di due GP era il minimo che si potesse comminare, anche se è una decisione un po’ leggera, perché la manovra è stata molto scorretta, al limite della violenza. È stato un gesto inspiegabile e preoccupante perché vuol dire che può ripetersi, non sarà facile tornare a correre dopo un episodio così, sarà difficile che una squadra lo scelga per il futuro e non so quanti saranno pronti a perdonarlo. Era capitato anche altre volte che avesse problemi comportamentali, quindi non è un fatto occasionale”.

 Gasport 

© riproduzione riservata