Napoli, ok rigore su Mertens E il caso del “gol” di Brozo

Leonardo Bonucci, per lui un giallo pesante: salterà la gara col Napoli.

Leonardo Bonucci, per lui un giallo pesante: salterà la gara col Napoli.

‘); }

MILAN-SASSUOLO 1-1

Gara spigolosa, spesso interrotta dai fischi di Pairetto: lo spettacolo ne ha risentito e finale nervoso anche per i minuti di recupero, passati da 5 a 6 per il continuo ostruzionismo del Sassuolo. In avvio il Milan vicino al vantaggio: cross di Rodriguez con Kessie che tenta una strana deviazione di petto, ma partendo da una posizione di fuorigioco (Var in azione nel caso di gol). Protesta il Milan al 30’ quando Bonucci frana a terra dopo il colpo ricevuto da Peluso: blocco da punire, ma è fuori area e quindi la Var non può intervenire. L’arbitro si “perde” pure il corner pro Milan. Nella ripresa ok il gol di Politano e giallo “pesante” a Bonucci (salterà il Napoli) dopo le proteste per il fallo (molto discutibile) chiamato a Rodriguez in area del Sassuolo.


CROTONE-BOLOGNA 1-0

Calvarese di Teramo -Var Doveri-Longo.
Tranquilla la gestione della partita da parte dell’arbitro che spegne sul nascere le proteste sopra le righe dei giocatori (ne sanno qualcosa Torosidis e Dzemaili, ammoniti).

Mertens dal dischetto, ma il portiere del Chievo Sorrentino para.

Mertens dal dischetto, ma il portiere del Chievo Sorrentino para.

NAPOLI-CHIEVO 2-1

Manganiello di Pinerolo – Var Gavillucci-Costanzo
In avvio di ripresa assegnato un rigore al Napoli: ingenua, ma c’è la spinta di Depaoli su Mertens. Non è una chiara occasione da gol e quindi è ok non mostrare il secondo cartellino per il gialloblù anche se il fallo non è “genuino”. E’ in fuorigioco Stepinski quando sfiora la rete, negata da un salvataggio di Mario Rui sulla linea. Rischia ancora l’espulsione Depaoli dopo una vistosa trattenuta su Insigne (ammonito per le proteste). Corretta la valutazione di Manganiello sul tocco tra spalla e braccio di Leris su uno spiovente di Mertens: non è da rigore. Protesta moltissimo il Chievo (e il tecnico Maran in particolare) per il corner da cui nasce il 2-1 del Napoli in pieno recupero: c’è uno scontro tra Bani e Koulibaly, ma non sembrano esserci gli estremi per un fischio in favore degli ospiti.

Marcelo Brozovic al tiro contro il Torino.

Marcelo Brozovic al tiro contro il Torino.

TORINO-INTER 1-0

Tagliavento di Terni – Var Maresca-Posado
Al 22’ Borja Valero subisce fallo da Obi dieci metri fuori dell’area: l’arbitro concede la punizione, mentre Brozovic calcia con la palla (ferma) che finisce in gol (con Sirigu immobile come gli altri giocatori). Episodio curioso: nessuno in campo ha reclamato la rete anche perché l’azione era stata stoppata dal fischio dell’arbitro. Ma se Brozovic avesse battuto la punizione? In ogni caso l’arbitro ha la facoltà di non considerare valida la ripresa del gioco, come ha confermato ieri sera Rizzoli a Sky. Al 31’ segnalato un fuorigioco inesistente di Icardi: sulla sua sponda Miranda aveva colpito il palo, in caso di gol sarebbe intervenuta la Var. Finale spigoloso con qualche sbavatura e un angolo negato all’Inter.

VERONA-CAGLIARI 1-0

Valeri di Roma – Var Aureliano-Crispo
Var decisiva nei due episodi più controversi della gara. Al 35’ Valeri assegna un calcio di rigore in favore del Verona per il tocco di mano di Pavoletti, ma solo dopo aver rivisto l’azione al monitor arriva la conferma dell’impatto con il pallone proprio sulla linea dell’area. In avvio di ripresa Zuculini trova il 2-0: gol prima convalidato e poi annullato grazie alla tecnologia. C’è infatti Cerci in posizione attiva di fuorigioco.

UDINESE-LAZIO 1-2

Rocchi di Firenze – Var Abisso-Lo Cicero
Proteste vigorose dell’Udinese sul pareggio di Immobile (posizione regolare sul tocco di Lulic): l’azione parte dopo un recupero palla di Marusic su Jankto davvero al limite. Intervento robusto, fischiarlo non sarebbe stato sbagliato. Non può essere considerato un chiaro errore: Var quindi inutilizzabile.

 Francesco Ceniti 

© riproduzione riservata