Orange Is the New Black potrebbe avere un sequel

Le storie di Orange Is the New Black potrebbero non concludersi nel 2019, dopotutto. Un mese dopo l’annuncio che la prossima settima stagione sarà l’ultima, Kevin Beggs, presidente di Lionsgate Television, lo studio dietro il dramedy di successo, ha rivelato che dietro le quinte si sta già discutendo della possibilità di portare in tv un sequel.

“Ne stiamo già parlando e, quando i tempi saranno giusti, discuteremo in modo più approfondito di un potenziale sequel con [l’ideatrice di OITNB] Jenji Kohan“, ha detto Beggs durante una chiacchierata con i giornalisti. “Siamo davvero orgogliosi che Orange Is the New Black sia durata così a lungo. Resta una delle serie più seguite di Netflix. Finiremo con una nota alta”. Poi ha aggiunto: “Tenete presente che siamo noi a detenere i diritti della serie”, un po’ come dire che alla fine saranno loro a decidere.

In occasione dell’annuncio della chiusura, Kohan aveva dichiarato: “Dopo sette stagioni, è tempo di uscire di prigione. Tutte le ragazzacce di Litchfield e l’incredibile staff con cui abbiamo lavorato mi mancheranno. Il mio cuore è arancione ma… sfuma al nero”. Cindy Holland, vice presidente dei contenuti originali a Netflix, aveva aggiunto: “Durante la produzione della prima stagione, tutti coloro che presero parte a Orange Is the New Black si resero conto di stare lavorando a qualcosa di speciale che non vedevano l’ora di condividere con il mondo. Da allora, abbiamo riso, pianto, ci siamo infuriati e abbiamo urlato con le donne di Litchfield, e ogni momento trascorso con loro è sembrato del tempo preso in prestito – troppo bello per durare in eterno. Sarà triste dire addio, ma usciremo sicuramente a testa alta”.