Palermo, prima vittoria Trajkovski ribalta il Foggia

I giocatori del Palermo festeggiano la vittoria. Lapresse

I giocatori del Palermo festeggiano la vittoria. Lapresse

‘); }

Dopo due pareggi nelle prime due giornate, il Palermo sembra aver trovato la strada giusta. Allo Zaccheria di Foggia, gli uomini di Tedino soffrono nel primo tempo e vanno sotto dopo un missile di Kragl da lontanissimo. Ma nella ripresa i rosanero ribaltano la gara trascinati da un grande Trajkovski: il macedone prima permette a Salvi di trovare il gol del pareggio, poi si inventa il gol da 3 punti con un diagonale dai 25 metri.

siluro di kragl — Grassadonia schiera il Foggia con il 3-4-3: sulle corsie laterali Zambelli e Kragl. Tedino risponde con un modulo speculare, puntando su Falletti e Trajkovski a supporto della prima punta Puscas. La prima occasione è proprio per il Palermo: al 2′ Pirrello serve in profondità Falletti, che sfugge al marcatore e tenta il diagonale. Bizzarri risponde alla grande. La reazione del Foggia arriva su palla inattiva: Kragl ci prova con un calcio di punizione insidioso al 14′, ma un ottimo riflesso di Brignoli evita il vantaggio rossonero. La squadra di Grassadonia cerca con più insistenza il fraseggio, ma le idee spesso sono disordinate e a fatica il Foggia arriva in porta. I siciliani, dopo un avvio promettente, pensano più a controllare l’avversario, affidandosi alle timide avanzate di Trajkovski e Falletti sugli esterni. A 8′ dalla fine l’episodio che permette al Foggia di sbloccare il risultato: bolide di Kragl da oltre 30 metri, il suo sinistro è un siluro che Brignoli quasi non vede partire. Per il tedesco, 4 gol su 6 da fuori area nella passata stagione, è il miglior modo per festeggiare il rinnovo appena firmato fino al 2022.


ribaltone trajkovski — Nella ripresa il Palermo trova il pareggio alla stessa maniera, grazie a un calcio di punizione: Trajkovski calcia verso la porta dalla sinistra, Salvi si inserisce e sposta il pallone di quel tanto che basta per mandare in tilt Bizzarri. Passano appena dieci minuti e il Palermo ribalta addirittura il risultato: ancora il macedone protagonista con un perfetto destro in diagonale dai 25 metri per il 2-1. Il Foggia, evidentemente scosso per la rimonta subita dopo l’intervallo, si affida all’estro dei singoli: Deli al 71′ prova il gol alla Del Piero con il destro a giro, ma Brignoli va a togliere il pallone dall’incrocio con la mano di richiamo. Prova a chiuderla al 78′ Trajkovski da una posizione analoga a quella del 2-1, ma stavolta Bizzarri non si fa sorprendere. I siciliani salgono così a quota 5 punti in classifica (-9 rispetto alla capolista Cittadella), ancora -5 invece per il Foggia che resta ancorato all’ultimo posto in classifica a causa della penalizzazione.