Papà Verstappen: “Max ragioni. Ma lo massacrano”

“In certe circostanze Max deve ragionare di più”. Papà Jos Verstappen giudica così la brutta prestazione del figlio nel corso del GP della Cina. In particolare le critiche si sono concentrate sul giovane olandese per l’errore di valutazione nell’attacco a Sebastian vettel, costato un testacoda al ferrarista e 10 secondi di penalità a fine gara per il pilota della Red Bull. Jos, che ha cresciuto il figlio fin dagli inizi della carriera motoristica, ha spiegato che il weekend cinese è stato duro da digerire.

‘); }

l’errore — “Il sorpasso su Vettel davvero non era possibile – ha detto Jos nel corso del Ziggo’s Peptalk show sulla tv olandese – è stato un errore di valutazione, in certe situazioni Max dovrebbe pensare di più. Ma non dico che deve cambiare stile di guida, al via ha saltato due avversari e lo ha fatto in modo perfetto, è lo spettacolo che vogliamo vedere. Non vogliamo vedere invece quegli errori, deve avere tutto sotto controllo, pensare. Quando lo vedrò analizzeremo il tutto. Sono cose che succedono e lui già lo sa, non c’è molto da aggiungere”.


max massacrato — Poi papà Jos si leva un sassolino dalla scarpa per difendere il figlio, con riferimento al sorpasso su Hamilton in Bahrain: “Quello è stato un incidente di gara, penso sia stata una buona manovra. Si potrebbe obiettare che Max avrebbe dovuto lasciare più spazio a Lewis ma Lewis avrebbe potuto fare lo stesso. Max è sotto la lente di ingrandimento anche per via dell’età: Alonso in Cina ha costretto Vettel all’esterno e non di poco. Ma non se ne parla. Max invece è massacrato dalla stampa e non lo trovo corretto”.

 Gasport 

© riproduzione riservata