Pet Sematary: il gatto Church, la famiglia Creed e Jud Randall nelle prime foto del film

Se It: Chapter Two è attualmente in corso di riprese, un altro film tratto da un romanzo di Stephen King, Pet Sematary, è al momento in lavorazione e non è detto che non sia spaventoso quanto la seconda avventura incentrata su Pennywise e il Club dei Perdenti. Anzi potrebbe essere anche più pauroso, dal momento che a fare da sfondo alla vicenda c’è un cimitero per animali maledetto e visto che l’horror di cui è il remake (Cimitero vivente), dal quale pur si distacca, faceva correre più di un brivido lungo la schiena di chi lo guadava.

Particolarmente agghiacciante, nell’adattamento diretto da Mary Lambert e accompagnato dal celebre brano dei Ramones (“Pet Sematary“) era il flashback dedicato a Zelda, la sorella affetta da meningite di Rachel che moriva proprio mentre quest’ultima era sola in casa e non era che una bambina. Nelle prime foto ufficiali della nuova trasposizione del libro il personaggio non compare, ma, nell’intervista rilasciata a Entertaimente Weekly durante una set visit che è la fonte delle nostre immagini, il regista Dennis Widmyer ha detto qualcosa in proposito, spiegando che nel film dell’89 il personaggio era interpretato da un ragazzo di 21 anni vestito da donna, mentre nel libro di partenza era una bambina di dieci anni, e sottolineando la drammaticità della situazione non solo della giovane malata, ma della sua famiglia, in particolare di Rachel, sottoposta a un fortissimo stress. Nel nuovo Pet Sematary Zelda avrà l’età che ha nel romanzo e, invece di essere protagonista di una sequenza che punta a terrorizzare e al colpo di scena, il film cercherà più che altro di inquietare lo spettatore, creando un’atmosfera quasi minacciosa. La camera della ragazzina, con l’attrezzatura medica e un’infermiera quasi sempre presente, darà l’impressione di essere coperta di polvere e il punto di vista sarà quello di Rachel a 8 anni.

A garantire notti insonni al pubblico, nel film di Mary Lambert, era anche il gatto-zombie Church, un grosso felino grigio scuro. Stavolta l’animale, come possiamo vedere, ha cambiato razza.

Dalle dichiarazioni rilasciate nell’intervista a Entertainment Weekly dal cast, che è capitanato da Jason Clarke (Louis Creed), John Lithgow (Jud Crandall) e Amy Seimetz (Rachel), Pet Sematary non è un “carrozzone trash” come Cimitero vivente. Per Clarke è più di un horror: è un film follemente disturbante, che “ti entra dentro”, intelligente, con un interessante sottotesto e che compie un viaggio nell’inconscio.

Pet Sematary esce il 5 aprile del 2019 e siamo curiosi di scoprire cosa ne penserà Stephen King.