Pioli: “L’arbitro era sicuro Var solo in caso di dubbi”

A far scalpore nella domenica di Serie A è stato il rigore fischiato dall’arbitro Valeri durante Fiorentina-Atalanta, per il fallo di Toloi su Chiesa. Una decisione che ha fatto infuriare i nerazzurri, soprattutto per il mancato utilizzo della Var da parte del fischietto di Roma.

‘); }

La posizione di pioli — Ai microfoni di Radio anch’io lo sport, è tornato sulla questione l’allenatore della Fiorentina Stefano Pioli: “Sul rigore di Chiesa c’è poco da dire: l’arbitro ha visto così, probabilmente era convinto che ci fosse il rigore e ha ritenuto di non avvalersi della Var. Avrà parlato con i colleghi della Var e la sua decisione non è cambiata. Lo strumento tecnologico è giusto usarlo se l’arbitro ha dei dubbi. A Milano ho protestato, perché la Var non era stata utilizzata per cambiare la decisione dell’arbitro”.


le accuse a chiesa — Pioli ha poi preso le difese di Chiesa, accusato da Gasperini di non esser nuovo alle simulazioni: “Io non mi permetto mai di parlare dei giocatori degli altri. Enrico sta crescendo e, tenuto conto che è giovane, può soltanto migliorare”.

 Gasport 

© riproduzione riservata