Pole al solito Marquez Però Rossi c’è: terzo

Marc Marquez. Epa

Marc Marquez. Epa

‘); }

Straordinario Marc Marquez al termine di una qualifica altrettanto straordinaria. Il campione del mondo della Honda, che mai aveva conquistato una pole position in MotoGP ad Assen, colma anche questa lacuna (ora gli manca solo Motegi), firmando il miglior tempo davanti all’altra Honda di Cal Crutchlow e alla migliore Yamaha, quella di Valentino Rossi, con Andrea Dovizioso quarto eppure vicinissimo. Tra Marc e Andrea, infatti, solo 79 millesimi, con Crutchlow battuto di 41 e Valentino di 59.

tutti vicini — Grandissimo equilibrio, quindi, con anche tutti gli altri molto vicini: Rins centra un gran 5° posto davanti a Maverick Vinales, entrambi sotto i 2 decimi di distacco, quindi in terza fila ecco finalmente l’Aprilia, con Aleix Espargaro che precede Johann Zarco e Andrea Iannone, passato in pochi second dalla momentanea pole al 9° tempo. Quindi, delusi in quarta fila dopo essere stati a lungo davanti, Jorge Lorenzo e Danilo Petrucci, con Alvaro Bautista 12°.


la q1 — Con Franco Morbidelli dichiarato non idoneo per il GP, in seguito alla caduta al mattino alla curva 7 (la stessa fatale in FP4 a Valentino) nella quale si è procurato una piccola frattura al terzo metatarso della mano sinistra, la Q1 ha visto la promozione al fotofinish di Zarco in Q2 davanti a Rins, con la seconda Suzuki, mentre un sorprendente Takaaki Nakagami ha perso solo per 25 millesimi l’accesso alla lotta per la pole position. Delusione Dani Pedrosa, solo 18°, dietro anche a Rabat Syahrin, Miller e Redding.

Dal nostro inviato Paolo Ianieri 

© riproduzione riservata