Roma shock, da 3-0 a 3-5! La Juve c’è, Toro k.o. all’89’

Zan Celar, amareggiato dopo la sconfitta contro il Sassuolo U19. Lapresse

Zan Celar, amareggiato dopo la sconfitta contro il Sassuolo U19. Lapresse

‘); }

Elia Petrelli è passato da un bianconero a un altro: è nato a Savignano sul Rubicone e cresciuto nel Cesena, dal 2016 gioca nella Juventus e ieri, all’esordio nella nuova Primavera (ma aveva già debuttato lo scorso anno), ha firmato i primi tre punti della squadra di Baldini, che a Vinovo ha superato 1-0 la Sampdoria. Petrelli, classe 2001 si era già fatto notare lo scorso anno in Under 17, con 25 reti in 29 partite: alla prima presenza nel nuovo campionato, al 39’ del primo tempo, ha ribadito in rete una respinta corta del portiere Hutvagner sul tiro dello spagnolo Moreno, schierato subito titolare.

ROMA E TORO K.O. — In mattinata, incredibile vittoria del Sassuolo (5-3) al Tre Fontane di Roma, con i giallorossi si erano trovati in vantaggio di tre gol al 28’, grazie alle reti di Celar, Pezzella e Bouah. La Roma, però, si è sentita sicura di aver già vinto, così la squadra di Morrone (ex centrocampista di Palermo, Chievo e Parma) è andata all’intervallo sotto di un solo gol (Raspadori e Kolaj) e nella ripresa ha piazzato la rimontona grazie ancora a Kolaj, Manzari e Viero. La rimonta era riuscita anche al Torino di Coppitelli, sconfitto però 3-2 a Palermo dall’unica squadra di B di Primavera 1 nonostante la doppietta di Millico, che aveva annullato un’altra doppietta, quella di Cannavò. All’89’, decide il 3-2 di Louka. Stesso risultato con cui l’Udinese ha battuto l’Empoli: gol friulani di Compagnon, Parpinel e Ballarini, di Mohamed e Bertolini le inutili reti della squadra di Lamberto Zauli.


LE ALTRE PARTITE — Domani tocca all’Atalanta di Brambilla, dominatrice della regular season lo scorso anno ma fuori in semifinale contro la Fiorentina: i nerazzurri giocheranno in casa del Genoa. Lunedì, chiuderà la prima giornata il match tra Chievo e Fiorentina.

 Marco Calabresi  

© riproduzione riservata