Ronaldo e il caso stupro Prove smarrite dalla Polizia

La storia del presunto stupro di Cristiano Ronaldo ai danni di Kathryn Mayorga si arricchisce di un nuovo capitolo. Stando a quanto riportato dalla rivista tedesca Der Spiegel, infatti, la polizia di Las Vegas avrebbe smarrito le prove risalenti al 2009. A rivelarlo il legale della presunta vittima, ovvero Leslie Mark Stovall, che avrebbe fatto sapere alla rivista tedesca come la polizia avrebbe perso dall’archivio sia le dichiarazioni della sua assistita, sia i vestiti indossati quella famosa notte oltre che la biancheria intima: il tutto depositato nel 2009 dopo la visita medica della donna in ospedale. Con ogni probabilità sarà necessaria una nuova indagine per permettere di ritrovare le prove di 10 anni fa oppure per cercarne di nuove.

‘); }

“insiemi più forti” — Nel frattempo Cristiano Ronaldo che nella giornata di ieri si è rivolo a David Chesnoff penalista delle star (Tyson, DiCaprio, O’Neal tra gli altri) per difendersi dalle accuse della Mayorga, nella giornata di oggi è stato incoraggiato da mamma Dolores con un post sul suo profilo Instagram: “Buona fortuna figlio .- scrive la donna con una foto di lei abbracciata a Cristiano -. Anche alla tua squadra perché uniti siamo più forti”.


 Gasport 

© riproduzione riservata