Sabatini sì, Sabatino no I social si dividono sull’addio

Web scatenato: si ride poco nel mondo social. O meglio, ancora non si ride. Il terremoto nel mondo Suning, per ora, più che ilarità dalle fazioni opposte sta lanciando inquietanti segnali di preoccupazione all’interno del popolo nerazzurro. Tra i tanti giornalisti che rilanciano notizie provenienti dall’Oriente, si fa sentire l’umore dei tifosi interisti, quasi come un triste lamento per la visione di un progetto che stava sorgendo e, a loro modo di vedere, già pronto a tramontare. Non ci sono ancora ufficialità ma, come spesso succede, i tifosi trasformano voci in sentenze. E questi tweet sono le conseguenze

‘); }

milanisti sottili — Viaggiando tra i social si intuisce la volontà, soprattutto da parte del popolo milanista, di entrare nella vicenda, di esprimere quello stato di soddisfazione che sottostà alla frase “mal comune, mezzo gaudio”. La situazione attuale del mondo rossonero, tuttavia, non consente di esagerare negli sfottò per non incorrere in risposte ben più pesanti.


non solo preoccupazione — C’è sempre chi, in seconda battuta, legge i fatti in maniera diversa: i tifosi non sono mai soddisfatti di ciò che viene costruito dai dirigenti, soprattutto in fase di mercato. Ecco perchè alcuni rispondono al ciclone Sabatini con una porta aperta e un saluto convinto

 Gasport 

© riproduzione riservata