Spalletti: “Modric sfumato? Il suo interesse è una gioia”

Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter. Getty Images

Luciano Spalletti, allenatore dell’Inter. Getty Images

‘); }

Quarantacinque minuti di grande Inter non bastano a Luciano Spalletti. Perché nel secondo tempo della partita vinta 1-0 in casa dell’Atletico Madrid, ultimo test prima dell’inizio del campionato, l’allenatore ha visto una squadra che ha mollato la presa e questo non gli è piaciuto. “Nel primo tempo e nel secondo tempo abbiamo visto due Inter diverse perché non riuscivamo più a tenere palla davanti – è il commento del tecnico a Sky -: questo va fatto sempre, non solo per un tempo. Il gol di Lautaro? C’è stata questa giocata, ma ci sono stati anche molti palloni persi. Lautaro fa un bel gol, poi però deve riuscire a tenere palla e a dialogare con i compagni altrimenti quel gesto vale poco”. Poi ha aggiunto: “Nel primo tempo abbiamo visto un’ottima Inter, nel secondo tempo invece una squadra che deve migliorare. Dobbiamo fare un lavoro superiore per quanto riguarda la continuità perché siamo calati molto contro un avversario così forte, ma potevamo fare di più. Si perdono dei palloni che non si possono perdere in certi momenti: qualcuno abbassa il livello nei momenti chiave e questo non può accadere”.

MODRIC — Il sogno Modric sembra più lontano. “Modric? Non lo so, se ne occupa il direttore – ha concluso Spalletti -. È lui che gestisce questi rapporti, chiedete a lui. Già il fatto che uno che ha vinto la Champions si è mostrato interessato all’Inter mi riempie di gioia. Sarebbe una squadra più europea con il croato? Non lo so, la società è stata brava a creare questo interesse”.


 Gasport 

© riproduzione riservata