The Overlook Hotel: un altro mashup capolavoro di Antonio Maria De Silva

Vi siete mai chiesti cosa ne sia stato di Jack Torrance dopo che il suo corpo è stato congelato alla fine di Shining? Una possibile, e affascinante risposta ce la dà oggi Antonio Maria Da Silva, il regista e montatore francese famoso per i suoi lavori sulla discoteca infernale Hell’s Club e per moltissime altre imprese del genere, che ne fanno uno dei più geniali innovatori di un genere cinefilo che fa interagire col montaggio visivo e sonoro scene, personaggi e attori di molti film in modo fluido, naturale e perfettamente coerente dal punto di vista narrativo.

Se non li avete ancora visti, i suoi precedenti lavori li trovate sulla sua pagina ufficiale Vimeo. Con The Overlook Hotel, Da Silva va ancora un passo oltre, creando una narrazione vera e propria di quasi 30 minuti, in cui Jack Torrance racconta (il voice over è di Rick Whelan) che sta finalmente scrivendo il suo romanzo, naturalmente horror, e parla degli abitanti delle varie stanze, dei suoi ricordi e dei suoi incubi, mentre sulla televisione nel suo ufficio scorrono immagini molto significative.

Anche se non avete dimestichezza con l’inglese e non siete in grado di apprezzare il finissimo lavoro fatto da Da Silva, che di fatto dà vita a un vero e proprio film in questo universo alternativo, sarete sicuramente capaci di cogliere tutte le citazioni, i riferimenti e le belle sequenze di montaggio in cui incontreremo i fantasmi de Gli innocenti, il Demian de Il presagio, il bambino che vede la gente morta nel Sesto Senso, The Ring, Baby Killer, Rosemary’s Baby, L’esorcista, La casa 2, la tv di Videodrome, Norman Bates (impressionante la sovrapposizione dei volti di Nicholson e Perkins), Hannibal Lecter e gli altri film tratti da Stephen King – a cui questo mashup rende un dichiarato omaggio e in cui lo stesso scrittore “appare” – tra cui Misery, Christine la macchina infernale, Cimitero vivente, 1408, Carrie, The Mist, Cujo, It e perfino le precedenti incarnazioni cinematografiche di quell’istrionico, meraviglioso attore che è Jack Nicholson, anche lui omaggiato dal mashup, che vediamo nelle sue interpretazioni, dal cormaniano The Little Shop of Horrors in poi. E ovviamente compare anche la pianta carnivora e canterina Aubrey del musical tratto da questo film, proprio nella camera di Regan MacNeil.

Da notare il quadro che campeggia nella hall dell’Overlook e che appare anche altrove, che gira da tempo su internet, assieme al pupazzetto Funko Pop del personaggio di Carrie

Dunque mettetevi comodi, munitevi di popcorn, e godetevi lo spettacolo. E se non riconoscete tutti i film – non ve li abbiamo elencati di proposito – non c’è problema, l’elenco è nei titoli di coda.

[embedded content]

THE OVERLOOK HOTEL. AMDS FILMS. MOVIE MASHUP VO from Antonio Maria Da Silva AMDSFILMS on Vimeo.