Toro Rosso, rientra Kvyat Sostituisce Gasly per il 2019

Daniil Kvyat, 24 anni. Getty Images

Daniil Kvyat, 24 anni. Getty Images

‘); }

Il puzzle del mercato piloti in chiave 2019 si sta completando: la Toro Rosso, approfittando della concomitanza del GP di casa, ha confermato l’ingaggio di Daniil Kvyat, russo, 24 anni che proprio a Sochi due anni fa aveva perso il sedile della Red Bull, dopo il doppio tamponamento a Sebastian Vettel nei primi km di quel GP. Per Daniil, retrocesso alla Toro Rosso al posto di Max Verstappen promosso in sua vece, iniziò un periodo sofferto terminato a novembre dell’anno scorso con il definitivo allontanamento da Faenza dopo il GP degli Usa. Malgrado avesse regalato un punto in Texas, Helmut Marko fu categorico: “Non correrà mai più con noi”. Il buco generazionale che si è creato nel junior team dei bibitari e il fatto che, avendo trascorso un anno al simulatore della Ferrari, possa portare con sé preziose informazioni, hanno evidentemente convinto il dirigente austriaco a cambiare idea.

L’ALTRA MONOPOSTO — Ora resta da capire chi sarà l’altro pilota: il nome più gettonato è quello di Pascal Wehrlein che ha sciolto i nodi con la Mercedes ma non è esclusa neppure la conferma del neozelandese Hartley. Bisognerebbe forzare invece la mano della Fia per promuovere dalla Formula 3 Dan Ticktum, che è in lotta con Mick Schumacher, per il titolo europeo. Non ha infatti i punti sufficienti per ottenere la superlicenza nei GP. Col ritorno di Kvyat che è salito due volte sul podio (secondo in Ungheria nel 2015 e terzo in Cina nel 2016) saranno due i russi che correranno nel Mondiale 2019 vista la probabile riconferma di Sergei Sirotkin alla Williams. “Non ho mai perso la speranza di tornare a correre in F.1 – sono state le prime parole del pilota russo, che ha vissuto a lungo a Roma – e l’esperienza accumulata al simulatore della Ferrari, team che ringrazio per avermi concesso questa opportunità, mi ha reso ancora più forte”.


dal nostro inviato Andrea Cremonesi 

© riproduzione riservata