Toro scatenato: colpo Meïté In arrivo anche Bremer

Souahilo Meïté. AFP

Souahilo Meïté. AFP

‘); }

Grande fermento in casa granata per puntellare la rosa da consegnare al tecnico Mazzarri. L’arrivo della squadra nel ritiro di Bormio, previsto in serata, coincide con la notizia di una trattativa conclusa e un’altra ormai in dirittura d’arrivo. La prima riguarda il centrocampista francese Souahilo Meïté, classe ’94 prelevato dal Monaco nell’ambito dell’operazione che porta Barreca nel Principato. La seconda riguarda invece il difensore brasiliano Gleison Bremer, centrale di proprietà dell’Atletico Mineiro per cui è atteso il via libera nelle prossime ore.

linfa a centrocampo — Reduce da una stagione in prestito al Bordeaux, Meïté arriverà lunedì a Torino per sostenere le visite mediche prima di partire per Bormio e aggregarsi ai nuovi compagni. L’operazione che porta alla corte di Mazzarri il 24enne che in passato ha giocato nell’U20 francese si è sbloccata nella notte dopo il via libera dello staff tecnico granata. Di lui si parlava da giorni dopo la proposta del Monaco d’inserirlo nell’ambito dell’operazione Barreca, a sua volta già in viaggio verso il principato per sostenere le visite mediche di rito con i monegaschi. La trattiva è decollata giovedì scorso.


colpo in canna — Ma non finisce qui, perché il d.s. Petrachi ha già registrato il “sì” del brasiliano Bremer, centrale classe ’97. Il giocatore ha accettato la proposta del Torino e mancano solo pochi dettagli per definire un affare che dovrebbe aggirarsi tra i 5 e i 6 milioni di euro. Una volta ottenuto il via libera dall’Atletico Mineiro, che dovrebbe arrivare a ore, Bremer partirà alla volta di Torino.

prossimi obiettivi — Archiviati due colpi, il Toro si concentrerà su nuovi obiettivi. In cima alla lista del d.s. petrachi c’è il giallorosso Juan Jesus, ma si lavorerà concretamente anche per il bosniaco Krunic dopo il sondaggio effettuato nei giorni scorsi con l’Empoli. La trattativa è entrata nel vivo sabato e, per battere la concorrenza di Atalanta e Genoa, il Toro sta provando a inserire nell’operazione (che si aggira tra i 7 e gli 8 milioni) Boyé e Parigini come contropartite. L’altro obiettivo granata è Rispoli, di proprietà del Palermo, su cui è in corso il pressing di petrachi per consegnare a Mazzarri un nuovo esterno destro dopo la decisione di Bruno Peres di tornare in Brasile.

Dal nostro inviato Mario Pagliara 

© riproduzione riservata