Ünder, primo gol e rinnovo Prepara una doppia festa

Cengiz Under, 21 anni, è arrivato alla Roma nel 2017. Lapresse

Cengiz Under, 21 anni, è arrivato alla Roma nel 2017. Lapresse

‘); }

Ha una fame da lupo, e non considerate questa frase solo come un banale come un segno di appartenenza. Cengiz Ünder sa che il futuro sta passando proprio in questi giorni, ma non crediate che un ragazzo di 21 anni alla conquista di Roma sia con la testa solo al nuovo contratto, che pure ormai è solo da annunciare. Il primo obiettivo è quello che vogliono tutti gli attaccanti: il gol. E domani contro il Chievo può essere l’occasione per sbloccarsi.

VERSO IL REAL — «Il mio obiettivo è quello di arrivare sempre più in alto – dice a Sky –. Sono tornato carico dalla Nazionale. Da gennaio scorso, comunque, ho dimostrato di essere un’altra persona e con il gol di Verona (il primo stagionale, ndr) si è verificato quello che ho sempre pensato, ovvero che dopo la prima rete sarebbero arrivate le altre. È stato così e poi ho fatto 8 gol, quindi sono molto orgoglioso di quello che ho fatto. Quest’anno spero di riuscire a fare ancora meglio». Dopo che in estate la Roma ha rifiutato per lui proposte allettanti, adesso è il momento di ricominciare. «Lo spero. Ormai sono passate alcune settimane dall’inizio della stagione quindi vorrei segnare. Io sono così, appena segno un gol, il resto arriva. Quindi spero che anche stavolta sia così. Il Real Madrid? Per prima cosa pensiamo a battere il Chievo. Naturalmente puntiamo a vincere per poi concentrarci sul Real Madrid. L’obiettivo è superare è fare due vittorie, però solo una volta superato il Chievo potremo pensare il prima possibile agli spagnoli. L’eliminazione del Barcellona è stata una cosa straordinaria. Credo che sia il Real che tutti gli altri avranno ora più rispetto nei nostri confronti».


IL RINNOVO — Nessuna sorpresa, perciò che ormai ci sia un accordo di massima fra la Roma e l’entourage dell’attaccante che porti Cengiz ad avere un adeguamento del contratto (circa 1,8 milioni a fronte dell’uno scarso che guadagna attualmente), con un prolungamento di un anno, fino al 2023. Insomma, prepariamoci alla festa. Anche se il Chievo farà di tutto per rovinarla.

 Massimo Cecchini 

© riproduzione riservata