Under the Silver Lake: primo trailer del film con con Andrew Garfield e Riley Keough

Ecco finalmente il primo trailer di Under the Silver Lake, il nuovo film di David Robert Mitchell il regista di uno degli horror più acclamati degli ultimi anni, It Follows.

Interpretato da Andrew GarfieldRiley Keough e Topher Grace, Under the Silver Lake è descritto come un neo-noir ambientato a Los Angeles, che racconta la vicenda di un giovane uomo che diventa ossessionato dal misterioso omicidio di un milionario e dal rapimento di una ragazza.

Con tutta probabilità, vedremo il film al prossimo Festival di Cannes, che si terrà dall’8 al 19 maggio, e successivamente nelle sale italiane distribuito da Cinema.

Questa la sinossi ufficiale del film, che a noi fa venire l’acquilina in bocca, e speriamo anche a voi:

Dalla stupefacente immaginazione che vi ha regalato It Follows, arriva un delirante e febbricitante sogno neo-noir su un giovane uomo alla ricerca della verità che si cela dietro crimini misteriosi, omicidi e sparizioni della zona di East L.A.

Sam (Andrew Garfield) è un disincantato 33enne che scopra una donna misteriosa, Sarah (Riley Keough), amoreggiare nella piscina del suo appartamento. Quando svanisce, Sam affronta un’impresa surreale attraverso Los Angeles per decifrare il segreto dietro la sua sparizione, che lo porterà di fronte alle oscure profondità dei misteri, degli scandali e delle cospirazioni della Città degli Angeli.

Dal regista e sceneggiatore David Robert Mitchell, un tentacolare, giocosa e sorprendente thriller a cavallo tra mistero e commedia sulla Fabbrica dei Sogni e i suoi abitanti: assassini di cani, aspiranti attori, gruppi di glitter-pop, celebrità notturne, It girls, collezionisti di memorabilia, seduttrici mascherate, guru barboni, cantautori solitari, lavoratrici del sesso, ricche socialite, vicine in topless e i misteriosi miliardari che galleggiano al di sopra (e al di sotto) di tutto ciò.

Prendendo spunto da un’eredità nior che va da Un bacio e una pistola e Il lungo addio fino a Chinatown e Mulholland Drive, Mitchell usa la topografia di Los Angeles come sfondo per un’esplorazione più profonda dei significati nascosti e dei codici segreti seppelliti nelle cose che amiamo.