Vettel e il suo sogno Ferrari “Vincere battendo Lewis”

Sebastian Vettel (a sin) col nuovo taglio di capelli a Melbourne. Afp

Sebastian Vettel (a sin) col nuovo taglio di capelli a Melbourne. Afp

‘); }

Sebastian Vettel è sorridente, ostenta un taglio da marine molto simile ai look di capigliatura estremi del rivale Lewis Hamilton e affronta con pacatezza i temi salienti di questo inizio di stagione. Domenica finalmente parte il Mondiale e il tedesco della Ferrari , che l’anno scorso vinse qui illudendo un po’ tutti sulla possibilità di vincere poi il titolo a fine anno, ha mostrato energia senza voler svelare le sue carte.

l’obiettivo — Il quinto titolo per raggiungere Juan Manuel Fangio è il primo obiettivo: “Fangio? Ho avuto più tempo di Lewis per pensarci – ha detto il tedesco – ma in realtà è più una questione numerica che altro: quello che voglio, piuttosto, è dare il massimo ora per vincere il titolo. Sto cercando la soddisfazione massima: vincere con la Ferrari che è la più grande squadra della storia e la più grande squadra del paddock. Se ho un piano? Certo che ce l’ho ma non lo vengo a raccontare in conferenza stampa…”.


bello battere lewis — “Questo è il mio obiettivo finale ora: vincere contro il meglio che probabilmente è Lewis – ha detto ancora Seb – penso che sia un privilegio dimostrare che sei in grado di correre in F.1, poi quando ci sei dentro tutto quello che vuoi è vincere e nient’altro. Forse dopo, quando guardi indietro, ottieni un più prospettiva e apri i tuoi orizzonti e credo che diventi qualcosa di speciale vincere contro il meglio”.

loria il soprannome — L’assalto di Vettel al meglio – la Mercedes vanta 8 titoli su 8, fra piloti e costruttori, e 63 vittorie su 79 nell’era ibrida – riparte da Melbourne. Parafrasando Guerre Stellari “che la forza sia con lui”, anzi la ‘Loria’, come Seb ha deciso di soprannominare la sua SF71H.

forma ferrari — Ai tifosi ferraristi che si chiedono come stia la Ferrari, Vettel risponde così: “Sarà una stagione lunga, abbiamo tante corse davanti. Se guardo ai risultati dei test invernali direi che siamo in ottima forma, ma potremmo essere in forma ancora migliore, è sempre la stessa storia”.

dal nostro inviato Massimo Brizzi 

© riproduzione riservata